Cianciolo



Contrada Cianciolo

estermo chiesetta ctr CiancioloLa Chiesetta di S. Maria del Guidare nel Fondo Magno di Zafferia

di Elena Zanghì e Enrico Zaccone

Lungo le sponde del torrente Zafferia, si incontra un importante complesso rustico edificato nel tardo Settecento, denominato “Villa Cianciafara” posto al centro di vaste proprietà oggi smembrate.

Il nucleo principale , sulla sponda meridionale del torrente, era costituito dall’edificio padronale e varie dipendenze rustiche pervenute al commendatore Signor Giuseppe Cianciafara, senatore del Regno e sindaco di Messina dal Barone Don Agesilao Crisafi.

Sulla sponda settentrionale si incontrano invece altre dipendenze: un corpo allungato di case rustiche e magazzini in stato di abbandono ed una chiesetta utilizzata come cappella dalla famiglia Cianciafara.

La chiesetta, di cui si apprende la denominazione di Santa Maria del Guidari, da un atto notarile del 1873, unitamente all’ampio feudo, denominato “fondo Magno” o “fondo Cianciolo” fu oggetto di una lunga vicenda legale che vide contrapposti dinnanzi al tribunale Civile della provincia di Messina …

da un lato l’ Intendente di Finanza Cavaliere Luigi Dell’Abbadessa, in rappresentanza dell’Amministrazione del Fondo del Culto e del Demanio dello Stato e dall’altro il Senatore don Giuseppe Cianciafara..

Da quest’atto, si apprende altresi’ che, in virtu’ delle volontà testamentarie del Barone Agesilao Crisafi, racchiuse in un “codicillo” del 1833 i Padri dell’Oratorio di S. Filippo Neri in Messina avrebbero dovuto celebrare nella chiesetta una messa quotidiana, cantare le lodi e litanie in ogni sabato, festeggiare il giorno ventidue agosto con veglie e messe solenni ed altro ed apprestar mensa a tutti i poveri che fossero ivi convenuti “

altare chiesetta CiancioloLa chiesetta di Santa Maria del Guidare e’ stata acquistata anni or sono, dal sig. Gaetano Frisone, committente del progetto di restauro. L’intento è quello di riqualificare, dopo anni di abbandono, un bene di grande valore storico, sia per le vicende sin qui descritte, sia per l’importanza della sua denominazione, che oggi da queste si apprende, legata al culto , molto diffuso della Madonna dell’Odigitria, di derivazione greco-ortodossa, cui suole ricondursi quello della Madonna del Guidare o del Buon Cammino. Il restauro, a tutt’oggi in corso, mira alla rifunzionalizzazione dell’edificio di culto e dell’ambiente esterno contermine mediante un accurato intervento conservativo della chiesa nel rispetto dei suoi elementi architettonici caratterizzanti e la realizzazione di una pavimentazione esterna, a tutt’oggi mancante.cianciolo chiesa interni

chiesa cianciolo

IL 7 AGOSTO 2007 Padre Riccardo parroco di Zafferia celebro la prima funzione Eucaristica 

Le funzioni religiose hanno avuto regolare svolgimento dal 1 dicembre 2007 ogni Sabato alle ore 17.30 il S.S. Rosario e alle ore 18.00 La S.Messa Vespertina

celebrazione esterna in Ctr Cianciolo in occasione della Missione Popolare avvenuta nel paese di Zafferia anno 2010 Celebrata da padre Triglia

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

LETTURE DEL GIORNO

IL SANTO DEL GIORNO